Uno sfiorarsi appena e bruciarsi

Sul disco
quattro tracce
e musica lenta,
quattro impercettibili tracce
sibilo soave d’un violoncello.

Sulle pagine
tre parole in riga
come pioppi attenti,
come assurdi marinai
nei cieli roventi.

Sulla mia faccia
poche rughe o tante
a seconda dell’umore
nell’attesa d’un gesto insonne,
d’una semplice parola.

Strana coincidenza la vita
i suoni s’intrecciano
al fumo d’una sigaretta
s’annodano ad una o tante cose
dette più o meno in fretta.

Attese vane e corse affannate
dietro cosa? Tra squilli acuti
o un’isterica musichetta,
il suono della tua voce
o ciò che su di me scrivono
le tue mani?

E gli arabeschi del fumo
e dei destini – intrecciati –
legano a doppio filo la nostra vita
ad un nulla, ad un attimo fuggente
un incrociarsi di sguardi perduti
uno sfiorarsi appena e bruciarsi.

Un pensiero su “Uno sfiorarsi appena e bruciarsi

  1. Pingback: UNO SFIORARSI APPENA E BRUCIARSI | La Fenice inattesa (Il riveglio poetico)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...