Notti

Troppe conchiglie
appese al cielo
il mare nel mio ventre
un orizzonte nero
giorni a collane aperte

e notti
notti… notti…

Stride la cinghia
del freno
occhi e foglie cadenti
portali d’acciaio scuro
grappoli di giorni perduti

e notti
notti… notti…

Cielo terso e stelle
appoggiate alla mia ombra
cadute sulla mia spalla
distrattamente
come monili lucenti
giorni m’adornano la mente

e notti
notti… notti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...