Come una mummia

Credo che la mia anima

sia bruciata in un secondo.

Così per disattenzione

lasciai un dì lo starter della vita

nella posizione minima,

ho camminato per il mondo

senza badare all’olezzo di zolfo o di carbone

alle parole vuote con cui m’adorno.

Spesso nel chiarore e nel rumore

m’arresto e m’addormento.

Stanco? non direi – per quel che faccio!

Mi trascinano i gesti, le auto, i camion…

Filo veloce su strade senza meta ne colore

ed é un tormento:

mani e piedi legati stretti con un legaccio
fermo immobile come Tut-Ank-Amon.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...