Parlando di me senza conoscermi

Ero bambino malinconico
da sempre sorridevo alle nubi
a scuola nell’ultimo banco
e sui campi a difesa della porta.

Ero ragazzo dal sorriso lieve
spavaldo per sfida e per difesa
le spiagge sorridevano al mio viso
io, sulle scale a baciare labbra rosse.

Ero compagno fedele forte e fragile
lasciai forse la vita scivolarci addosso,
monili di risa e pianto senza via di uscita
scivolava via l’abbraccio, si legavano le dita.

Sono uno qualunque per la strada
uno dei tanti… dei tanti sguardi assenti,
in quest’ignoto strascico di vita in attesa
in questo parlare di me senza conoscermi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...