Il mare attende

Sei piccoli passi
e sei ancora
ferma dinanzi ad una vetrina,
i riflessi dei capelli
e quel gesto
quel gesto
sottile della mano
inafferrabile segno,
nel mite disegno
di questa tiepida mattina.

Sei cicche sui sassi
e scarpe logore
un intrico di rami in rovina,
– il mare attende –
e quella scia
nel cielo che brilla,
mentre un vecchio
scruta i miei passi, scruta
il dispiegarsi d’ali bianche
e le onde infrante sui massi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...